Salvini sempre più solo in Ue: né Farage, né Kaczynski aderiranno a gruppo con Lega

Salvini sempre più solo in Ue: né Farage, né Kaczynski aderiranno a gruppo con Lega
Matteo Salvini
5 giugno 2019

L’eurodeputato britannico euroscettico Nigel Farage non si unira’ al gruppo politico guidato da Matteo Salvini e Marine Le Pen al Parlamento europeo. Lo ha annunciato lo stesso Farage a Politico.eu, precisando che il suo Brexit Party -che alle elezioni europee ha ottenuto 29 seggi- “non entrera’ a far parte del gruppo Enf”.

Nei giorni scorsi si erano diffuse le notizie che parlavano di un ipotetico ingresso del Brexit Party nella coalizione sovranista di Salvini-Le Pen. In questa prospettiva ci erano stati contatti fra l’eurodeputato britannico ed esponenti del gruppo Enf. Farage “intende ricostruire il gruppo Europa della Liberta’ e della Democrazia Diretta (Efdd)”, il cui nucleo originario era formato dal Partito per l’Indipendenza del Regno Unito (Ukip) e dal M5S, ha affermato il portavoce del deputato britannico a Politico.eu. Al momento pero’ mancano i numeri minimi (25 europarlamentari in rappresentanza di almeno 7 Paesi) per la costruzione del gruppo, necessaria per ottenere i fondi dell’Eurocamera e posizioni di rilievo nelle commissioni parlamentari.

Un altro no a Salvini arriva dal partito nazionalista polacco del Diritto e della Giustizia (PiS), attualmente al governo, che ha confermato di non voler aderire all’alleanza di estrema destra in seno al nuovo Europarlamento, a causa di gravi disaccordi in particolare per quel che riguarda i rapporti con la Russia. Come ricorda l’Agence France Presse, per il movimento dell’Alleanza europea dei popoli e delle nazioni” preconizzato da Matteo Salvini si tratta della seconda importante defezione dopo quella dell’ungherese Fidesz del premier Viktor Orban.

Leggi anche:
Meloni: Covid mangatoia per circuiti della sinistra, i pm dove sono?

Il leader del PiS, Jaroslaw Kaczynski, ha sottolineato in un’intervista radiofonica come il problema con Salvini sia “il voler creare un nuovo gruppo con delle formazioni che consideriamo inaccettabili sotto qualsiasi circostanza”, fra cui il Rassemblement national (RN) di Marine Le Pen e la tedesca Alternative fur Deutschland (AfD), entrambe in buoni rapporti con Mosca. Il PiS, che ha conquistato 26 sui 51 seggi europei della Polonia, dovrebbe quindi restare nel gruppo dei Conservatori e riformisti europei (Cre).

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti