Ancora un podio azzurro, Bassino terza a Sestriere

Ancora un podio azzurro, Bassino terza a Sestriere
Marta Bassino
19 gennaio 2020

Giornata francese in coppa del mondo con la sconosciuta transalpina Clara Direz che – 22 anni e primo successo – ha vinto lo slalom gigante parallelo di Sestriere mentre nello slalom di Wengen si e” imposto Clemens Noel, il giovane talento della val d’Isere. Ma anche per l’Italia non sono mancate le soddisfazioni con Marta Bassino 3/a a Sestriere e nono podio in carriera., il 20/o per l’Italia in questo scorcio di meravigliosa stagione. E poi Federica Brignone 4/a e Sofia Goggia 5/a in questa nuova disciplina mai disputata sinora nella coppa del mondo donne dove si gareggiava solo in slalom parallelo. Con il parallelo gigante sono arrivate infatti porte piu’ distanti e gare piu’ veloci e dunque piu’ adatte alle nostre, tanto che per un po’ a Sestriere – tra le incredibili bocciature di campionesse con Mikaela Shiffrin e Petra Vlhova – si e” sognato addirittura un podio tutto azzurro o quasi. Seconda e’ invece arrivata l’austriaca Elise Moerzinger Per Marta, a 24, anni e’ il 4/o podio stagionale in questa sua meravigliosa annata.

Quarta invece Federica Brignone, battuta nella piccola finale proprio da Bassino e questo lascia capire come le ambizioni italiane potevano essere ancor maggiori: sara’ per la prossima volta. L’Italia, con quattro atlete tra le 32 ammesse in finale dopo una qualificazione, ai 16/i aveva infatti schierato Marta Bassino, Federica Brignone, Laura Pirovano e Sofia Goggia. Tutte e quattro hanno poi passato il primo turno vincendo i rispettivi scontri su due manche ad eliminazione diretta. Ai 16/i la grande sorpresa e’ stata invece l’eliminazione della slovacca Petra Vlhova . Subito dopo , agli 8/i con una sola manche ad eliminazione diretta, altra sorpresa con la bocciatura dell’americana Mikaela Shiffrin mentre hanno passato il turno senza problemi Bassino, Brignone e Goggia . Ai quarti , sempre con eliminazione diretta su una manche, Bassino ha battuto la norvegese Kristin Lysdahl e Brignone ha sconfitto la norvegese Thea Stjernesund mentre Goggia e’ stata eliminata dalla sconosciuta austriaca Elise Moerzinger, alla fine 2/a .

In semifinale, sempre su una manche, Bassino ha poi perso dalla giovane francese Clara Direz e Brignone dalla Moerzinger mentre alla fine Goggia ha chiuso 5/a. A Wengen – sulla difficilissima pista Maennlichen piena di dossi , cambi di pendenza ed un muro ripidissimo che spezzano il ritmo- si e” invece imposto in 1,46.43 il giovane talento francese Clement Noel ripetendo cosi’ il successo dello scorso anno. Secondo il norvegese Henrik Kristoffersen in 1.46.83 e terzo il russo Alexander Khoroshilov in 1.47.26. Miglior azzurro – con una gara saggiamente prudente date le enormi difficolta’ – e’ stato il veterano Giuliano Razzoli 11/o in 1.47.85. Poi c’e” solo Simon Maurberger 23/o in 1.48.80, con Alex Vinatzer finito fuori ed il trentino Stefano Gross addirittura non qualificato per la manche decisiva. Gli uomini vanno ora in Austria, a Kitzbuehel, nel tempio dello sci. Sulla mitica Streif – su cui per ben quattro si e” imposto l’attesissimo azzurro Dominik Paris che la considera la sua ”pista di casa” – venerdi’ superG e sabato discesa. Poi, domenica, si chiudera’ con lo slalom speciale. Le ragazze volano invece sino in Bulgaria, a Bansko, per tre gare veloci: venerdi’ discesa recupero di Val d’Isere, sabato ancora una discesa e domenica superG. Attesissima come sempre Sofia Goggia.

Leggi anche:
Gp Catalogna: Pole position di Morbidelli, Rossi in prima fila
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti