Energia, ok risoluzione su trivelle alla Camera

7 agosto 2014

 Via libera nelle commissioni Ambiente e Attività produttive della Camera ad una risoluzione sulle trivellazioni nell’ottica della “massima sicurezza” per l’ambiente e le popolazioni e “maggiore coinvolgimento dei territori”. A riferirlo Stella Bianchi, deputata del Pd e prima firmataria. Nel testo della risoluzione anche “l’impegno ad accelerare l’abbandono delle fonti fossili per promuovere ulteriormente fonti rinnovabili ed efficienza energetica”. Questi gli elementi principali della risoluzione approvata dalle due commissioni: regole comuni nel bacino del mediterraneo, estensione del divieto delle dodici miglia anche ai procedimenti in corso all’entrata in vigore del decreto legislativo 128/2010 demandata ad un disegno di legge specifico ispirato alle finalità del decreto citato, sospensione delle attività in zone di elevato rischio sismico e vulcanico, massima protezione per le aree di reperimento dei parchi costieri e marini, esclusione dell’area del golfo di Taranto, analisi costi benefici rispetto ad altre attività economiche, coinvolgimento del ministero dell’ambiente in presenza di falde acquifere o elevati rischi sismici o rilevanti criticità geologiche, aumento delle royalties per le nuove concessioni.

E ancora: garanzia da parte dei titolari di concessioni di adeguati piani di emergenza e delle risorse necessarie a interventi immediati di sicurezza, di disinquinamento e bonifica in caso di incidente oltre alle risorse necessarie al decommissioning, così della presenza di adeguati requisiti economici e tecnici e della copertura integrale dei costi derivanti da incidente grave, partecipazione dei cittadini, indipendenza della futura autorità di regolamentazione dalle competenze di rilascio autorizzazioni e riscossione introiti, dunque dal ministero dello sviluppo economico e dal ministero dell’economia, divieto della tecnica della fratturazione idraulica (fracking), inclusione del parere degli enti locali nei procedimenti di valutazione di impatto ambientale, rispetto della direttiva sulle emissioni industriali, controllo annuale degli impianti a carico delle società concessionarie.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi anche:
Campionato del mondo di Tiramisù Junior, sfida dei giovanissimi

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti