Gp Olanda, vince Max Verstappen e va in testa al mondiale

Gp Olanda, vince Max Verstappen e va in testa al mondiale
Max Verstappen
5 settembre 2021

Max Verstappen è profeta nella sua Olanda. Pole vittoria del GP che tornava a Zandvoort dopo 36 anni. Niente da fare per Lewis Hamilton che ha inseguito la Red Bull del rivale per tutti i settantadue giri del GP ma deve accontentarsi del secondo posto davanti al compagno di squadra Valtteri Bottas. Ferrari quinta e sesta al traguardo con Charles Leclerc e Carlos Sainz, alle spalle però dell’Alpha Tauri di Pierre Gasly. Verstappen torna al comando della generale con tre punti di vantaggio su Hamilton. Zandvoort conferma di essere un circuito dai sorpassi quasi impossibili, le uniche manovre spettacolari si sono viste nelle retrovie. La Mercedes le ha provate tutte per mettere in difficoltà Verstappen, nulla ha funzionato.

Un super Max Verstappen trionfa nel GP di casa a Zandvoort, riconquistando la leadership mondiale ai danni di Lewis Hamilton: “È incredibile, le aspettative erano alte e non è facile essere all’altezza. Sono felice di aver vinto qui e di aver ripreso la leadership del mondiale. Vincere davanti a questo pubblico è fantastico. Sicuramente la giornata è positiva, siamo partiti bene e la Mercedes ha provato a metterci i difficoltà, ma siamo riusciti a vincere”.

Lewis Hamilton si è complimentato col giovane pilota Red Bull: “Oggi è stata una gara dura, weekend fantastico e lavoro super di Verstappen. non potevo fare più di così, grazie mille al pubblico per le emozioni. Era dura superare, c’era tanto traffico ed è stato difficile orientarsi. L’ultimo giro è stato uno dei migliori della gara, non vedo l’ora di tornare qui l’anno prossimo perché è diventata una delle piste preferite”. Ennesima gara di sacrificio invece per Valtteri Bottas, che chiude terzo: “Purtroppo è stata un gara poco movimentata per me, ho provato a fare durare tanto le gomme e mi sono fermato due volte. Abbiamo avuto un buon passo, il giro veloce non l’ho provato ed è venuto. Come team abbiamo raccolto un buon bottino”.

Leggi anche:
Achille Lauro in "Anni da cane": cerco sempre qualcosa di nuovo

Quinto posto di Charles Leclerc e il settimo di Carlos Sainz

La Ferrari torna dal GP d’Olanda con il quinto posto di Charles Leclerc e il settimo di Carlos Sainz. “Era impossibile prendere Gasly – la testimonianza di Leclerc – non ci aspettavamo facessero durare così tanto le medie. Ci abbiamo provato, forse c’era qualche opportunità alla partenza, ma non ho voluto prendere rischi per poter portare a casa punti importanti. Anche il passo era buono, ne avevamo ma era veramente difficile sorpassare. Sono contento della mia gara, non del quinto posto in sé ma della performance. Monza? Sarà magico, non vedo l’ora di essere lì e sentire il sostegno dei tifosi”.

Diverso lo stato d’animo di Carlos Sainz: “È stata una gara difficile, non capisco perché sono stato lento e ho avuto molto degrado. Dobbiamo analizzare i dati, non mi sono trovato bene con la macchina ed è la prima volta che succede. Dovevo prendere Charles e Gasly, ma ho dovuto guardare sempre gli specchietti per difendermi da Alonso perché non avevo passo. A Monza sarà un weekend speciale che ricorderò tutta la vita, ma voglio analizzare i dati al meglio per evitare che quello che abbiamo visto qui possa succedere nuovamente”.

Mattia Binotto, team principal Ferrari, ha sottolineato: “La gara è stata più che positiva, la pista presentava l’insidia per le gomme e per questo abbiamo messo le dure al secondo pit. Oggi non volevamo prendere rischi, servivano punti per la classifica costruttori e così è stata. È stata una gara solida, abbiamo tenuto una strategia ottima riuscendo a fintare il pit su Gasly. Ci sono dei limiti nella vettura, ma la gara è più che positiva. Monza sarà una gara dura, ma faremo sicuramente meglio dell’anno scorso. Vogliamo fare bene, lavoriamo giorno e notte per il 2022 e sono fiducioso”.

Leggi anche:
Pioli: "Ibrahimovic sta bene, ma non parte titolare"

Calendario e vincitori del Mondiale di F1

28 marzo – Bahrain (Sakhir): HAMILTON (Mercedes) 18 aprile – Italia (Imola): VERSTAPPEN (Red Bull) 2 maggio – Portogallo (Portimao): HAMILTON (Mercedes) 9 maggio – Spagna (Barcellona): HAMILTON (Mercedes) 23 maggio – Monaco (Monaco): VERSTAPPEN (Red Bull) 6 giugno – Azerbaigian (Baku): PEREZ (Red Bull) 20 giugno – Francia (Le Castellet): VERSTAPPEN (Red Bull) 27 giugno – Austria (Spielberg): VERSTAPPEN (Red Bull) 4 luglio – Austria (Spielberg): VERSTAPPEN (Red Bull) 18 luglio – Gran Bretagna (Silverstone): HAMILTON (Mercedes) 1 agosto – Ungheria (Budapest): OCON (Alpine) 29 agosto – Belgio (Spa) – VERSTAPPEN (Red Bull) 5 settembre – Olanda (Zandvoort) VERSTAPPEN (Red Bull) 12 settembre – Italia (Monza) 26 settembre – Russia (Sochi) 10 ottobre – Turchia (Istanbul) 24 ottobre – Stati Uniti (Austin) 7 novembre – Messico (Città del Messico) 14 novembre – Brasile (San Paolo) 21 novembre – Sede da indicare 5 dicembre – Arabia Saudita (Jeddah) 12 dicembre – Abu Dhabi.

Classifica costruttori

Questa la classifica Costruttori del Mondiale di Formula 1: 1 Mercedes – 344,5 2 Red Bull – 332,5 3 Ferrari – 181,5 4 McLaren – 170 5 Alpine – 90 6 AlphaTauri – 84 7 Aston Martin – 53 8 Williams – 20 9 Alfa Romeo.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Inter-Sheriff 3-1: tris firmato Dzeko-Vidal-De Vrij


Commenti