La Lazio riparte, Immobile e Marusic piegano il Parma

La Lazio riparte, Immobile e Marusic piegano il Parma
23 settembre 2019

Dopo i rovesci subiti con la Spal in campionato ed Cluj in Europa League, contro il Parma la Lazio riesce a mantenere il vantaggio e porta a casa la prima vittoria casalinga della stagione. Un gol per tempo (Immobile e Marusic i marcatori) piegano i gialloblu’ di D’Aversa, apparsi inconsistenti soprattutto nel reparto offensivo. Il 2-0 finale e’ meritato e riflette quello che si e’ visto in campo. Eppure c’e’ qualcosa che ancora non gira come dovrebbe nei meccanismi studiati da Inzaghi, un ostacolo che a tratti impedisce la fluidita’ del gioco che i tifosi biancocelesti hanno imparato ad apprezzare negli anni. Non si spiegano altrimenti certi balbettii nonostante il vantaggio quasi immediato, grazie alla rete di Immobile all’8′, sotto gli occhi del ct azzurro Roberto Mancini.

Il lancio di Luis Alberto trova una smagliatura nella trama difensiva dei ducali, Ciro ci si infila in velocita’ battendo sulla corsa Iacoponi e con un diagonale rasoterra ‘bacia’ il palo e batte Sepe. A rigor di logica il gol dovrebbe essere la chiave di volta su cui costruire un robusto primo tempo. Invece il Parma ha il tempo di ragionare e qualche volta anche approfittare di certe amnesie, come al 22′, quando Strakosha fa un mezzo miracoloso uscendo su Inglese per deviargli, di ginocchio, il tiro ravvicinato. Immobile a parte, solo Correa impegna Sepe con un tocco ravvicinato. Nei primi 45′ da segnalare anche un bel destro di Milinkovic, fuori di poco. Il Parma si muove bene a centrocampo, ma ha un solo terminale perche’ Gervinho passa piu’ tempo a lamentarsi con l’arbitro che a dialogare con i compagni. Ma e’ soprattutto nella ripresa che i padroni di casa legittimano il successo.

Nonostante la panchina corta costringa Inzaghi a spremere sempre gli stessi, il gioco si fa piu’ veloce. Al 3′ ancora Immobile impegna Sepe con un tiro forte ma centrale, alzato sulla traversa. Luis Alberto, tra i migliori della Lazio, colpisce un palo direttamente da calcio d’angolo. Poi un bello scambio tra Immobile e Correa manda al tiro l’argentino, deviato di poco a lato. Inzaghi inserisce Caicedo per Immobile, che reagisce male, con un “assurdo, assurdo” che non tiene conto dei tanti impegni che attendono la squadra. Anche D’Aversa toglie Giorginho e Inglese, per far posto a Caramoh e Cornelius. Ma ormai e’ tardi perche’ intanto la Lazio ha raddoppiato con Marusic, lanciato da Milinkovic. I biancocelesti avrebbero diverse occasioni per il 3-0, ma sarebbe una punizione troppo severa per il Parma.

Leggi anche:
Calvarese per Inter-Roma, Lazio-Juve a Fabbri
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti