Parma-Napoli 2-1, al Tardini la decidono tre rigori

Parma-Napoli 2-1, al Tardini la decidono tre rigori
22 luglio 2020

Tre rigori decisono la sfida tra Parma e Napoli in favore dei ducali. Al Tardini finisce 2-1 per i padroni di casa. Parma in vantaggio al 3′ di recupero del primo tempo con Caprari dal dischetto. L’1-1 arriva in avvio di ripresa, al 54′ con Insigne che batte Sepe sempre dal dischetto per un fallo di mano segnalato dal Var. Risolve il match Kulusevski all’87’ sempre su rigore.

D’Aversa rivoluziona mezza squadra e punta sul tridente d’attacco Siligardi-Caprari- Karamoh, mentre in difesa ritrova il capitano Bruno Alves. Gattuso sceglie Lozano come punta centrale, con Politano e Insigne ai lati. Davanti a Meret c’è la coppia Maksimovic-Koulibaly, a centrocampo torna titolare Allan. I ritmi sono bassi, ma il Napoli con la sua tecnica costruisce subito una buona manovra che porta al tiro Politano. L’esterno romano, a segno per la prima volta nello scorso weekend, apre il destro ma trova la pronta opposizione di Sepe. Il Parma ha buoni spunti in uscita palla al piede e trova la prima conclusione prima del quarto d’ora, con Siligardi che calcia forte e alto dalla distanza.

Poi è il turno di Karamoh che si crea lo spazio sulla sinistra e va nell’uno contro uno: finta sulla destra e tiro che non gira a sufficienza, terminando a lato. Cerca il mancino a effetto anche Fabian Ruiz, non trovando di poco lo specchio, mentre su un retropassaggio sbagliato da Allan è ancora Siligardi a sfiorare il vantaggio. Karamoh salta Meret in uscita, ma perde il tempo per bucare a porta vuota e opta così per l’appoggio al compagno, il cui tiro a botta sicura viene respinto da Di Lorenzo a porta sguarnita. Il primo tempo sembra chiudersi senza reti, ma nel recupero Mario Rui frana su l’ex Grassi in area. Dal dischetto Caprari spiazza il portiere e firma l’1-0.

Leggi anche:
Internazionali di tennis, Simona Halep prima finalista

L’intensità aumenta in avvio di ripresa e il Napoli trova subito il pari. Grassi si oppone con la mano alla conclusione di Fabian Ruiz e l’arbitro assegna inizialmente punizione. Richiamato dal Var, Giua nota la posizione in area del centrocampista al momento del tocco e assegna rigore a favore degli azzurri. Dagli 11 metri anche Insigne è implacabile e col destro riequilibra il punteggio. La squadra di Gattuso prende fiducia, ma i numerosi cambi contribuiscono ad allentare la spinta offensiva. Insigne cerca la soluzione individuale con il suo classico a giro, poi ci prova Ruiz, ma nessuno dei due inquadra lo specchio.

A un quarto d’ora dal termine torna a illuminarsi il talento di Lozano, bravo a rientrare verso il centro e calciare con l’esterno sul palo lontano: Sepe si distende e mette in corner. Nel finale la gara si riaccende, con Di Lorenzo che sfiora l’incrocio con una bella traiettoria col destro, mentre dall’altra parte Kulusevski vince il duello con Koulibaly e conquista il terzo rigore dell’incontro. È lo stesso svedese ad incaricarsi della battuta che manda Meret dal lato sbagliato e vale il nuovo vantaggio dei gialloblù a tre minuti dal termine. In pieno recupero il Napoli ha la chance per il pareggio, ma Younes – appena entrato – colpisce male e spara alto da ottima posizione. Il Parma vince 2-1 e si prepara a un finale di stagione col sorriso.

Leggi anche:
Internazionali di tennis, Djokovic in semifinale

TABELLINO

PARMA (4-3-3): Sepe; Darmian, Bruno Alves, Dermaku, Pezzella; Grassi (62′ Barillà), Brugman, Kurtic (75′ Iacoponi); Siligardi (59′ Kulusevski), Caprari (75′ Gervinho), Karamoh (62′ Inglese). All. D’Aversa
 

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz (77′ Zielinski), Demme (85′ Lobotka), Allan (65′ Elmas); Politano (65′ Callejon), Lozano (85′ Younes), Insigne. All. Gattuso

Ammoniti: Lozano (N), Grassi (P), Brugman (P), Iacoponi (P)

 

Risultati: Atalanta-Bologna 1-0, Sassuolo-Milan 1-2, Parma-Napoli 2-1, Inter-Fiorentina (ore 21.45), Lecce-Brescia (ore 21.45), Sampdoria-Genoa (ore 21.45), Spal-Roma (ore 21.45), Torino-Verona (ore 21.45), Giovedì 23 luglio, Udinese-Juventus (ore 19.30), Lazio-Cagliari (ore 21.45).

Classifica: Juventus 80, Atalanta 74, Inter 72, Lazio 69, Milan 59, Roma 58, Napoli 56, Sassuolo 48, Verona 45, Bologna, Parma 43, Cagliari, Fiorentina 42, Sampdoria 41, Torino 37, Udinese 36, Genoa 33, Lecce 29, Brescia 24, Spal 20.

Prossimo turno (36esima giornata): Venerdì 24 luglio: ore 21.45 Milan-Atalanta; Sabato 25 luglio: ore 17.15 Brescia-Parma; ore 19.30 Genoa-Inter; ore 21.45 Napoli-Sassuolo; Domenica 26 luglio: ore 17.15 Bologna-Lecce; ore 19.30 Cagliari-Udinese; ore 19.30 Verona-Lazio; ore 19.30 Roma-Fiorentina; ore 19.30 Spal-Torino; ore 21.45 Juventus-Sampdoria.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti