Rossi: “Da qui a febbraio la Yamaha deve fare il salto di qualità”

Rossi: “Da qui a febbraio la Yamaha deve fare il salto di qualità”
Valentino Rossi
30 novembre 2017

“Ora è un momento delicato, da qui a febbraio la Yamaha deve fare il salto di qualità”. Lo dice a Radio Deejay Valentino Rossi parlando della stagione appena trascorsa e quella che verrà. “I test sono andati bene ma samo tutti d’accordo che la moto 2017 era peggiore della 2016, però ancora dobbiamo aspettare di vedere come sarà la moto nuova, ci sarà qualcosa di interessante. La base di partenza però sarà la moto del 2016”. Nel 2017 le grandi prestazioni di Vinales hanno scombussolato i progetti. “Con lui la moto è andata subito forte e ho pensato che fossi io a non essere in forma e abbiamo continuato con quel progetto. Ma la moto andava male dove c’era poco grip e faceva caldo. Poi rientrati a Jerez sono iniziati i guai”. Sull’infortunio dice: “Rompersi tibia e perone è farsi male molto. Mi era già successo al Mugello e dunque ero disperato per tre motivi: il dolore, il recupero lungo con l’operazione, il fatto che il campionato era definitivamente andato. Quest’anno è successo di farmi male due volte in allenamento. La prima mi è andata bene, nella seconda mi sono rotto la gamba a 30 all’ora”. “Paura di smettere? Come nell’intervista al magazine tedesco ribadisco che certo, è un momento che mi fa paura, penso che avrò altri 10 anni per correre con le macchine, mi piacerebbe correre dei rally e la 24 Ore di Le Mans”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi anche:
Inter-Roma, la grande rivalità del post-Calciopoli

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti