Spal rimonta il Toro, 2-1 riapre salvezza

Spal rimonta il Toro, 2-1 riapre salvezza
21 dicembre 2019

La Spal espugna a sorpresa lo stadio ‘Grande Torino’ e abbandona l’ultimo posto in classifica scavalcando il Genoa. Vince 2-1 in rimonta la squadra di Semplici, che rientra nella corsa salvezza e apre la crisi del Torino, l’ennesima di una stagione di alti e bassi. Contestati dal suo pubblico, che ha disertato gli spalti per protestare nei confronti della gestione dell’ordine pubblico nello stadio, i granata restano in dieci a inizio ripresa per l’espulsione di Bremer e chiudono il 2019 nel peggiore dei modi. Bravissima la squadra di Semplici a ribaltare il vantaggio del Torino, in gol con Rincon dopo appena 4′ per quella che doveva essere una partita dal risultato scontato. E invece la squadra di Mazzarri si e’ spenta quasi subito, subendo la seconda rimonta consecutiva dopo quella, clamorosa, della scorsa settimana contro il Verona dallo 0-3 al 3-3. Grande serata quella di Strafezza, che non la fa mai vedere a Ola Aina, uno dei peggiori.

A tenere la Spal in partita ci pensa anche Berisha, che tira giu’ la saracinesca sui (pochi) guizzi del Toro, che sfiora il raddoppio con Berenguer e con Belotti, l’unico a non arrendersi mai. La Spal soffre e al 42′ raggiunge il pari: con Ansaldi fermo in attesa del cambio per infortunio, Cionek crossa dalla destra e Strefezza scaricare in rete di destro sul palo lontano. Il Torino prova a riprendersi al rientro in campo, ma all’11’ finisce la partita di Bremer, che rimedia il secondo giallo per fermare Petagna poco dopo la mediana. In dieci, Mazzarri passa alla difesa a quattro e inserisce Meite’ per Berenguer, furioso per il cambio. Nonostante l’inferiorita’ numerica il Torino lascia solo le ripartenze alla Spal, e inserisce un’altra punta, Zaza per Lukic, spostando in avanti il baricentro. Un’occasione che la Spal sfrutta al 36′ trovando il gol del vantaggio con Petagna di testa, servito in area dal cross dell’ex Valdifiori e dimenticato dalla distratta difesa granata. Il Torino si riversa in attacco senza riuscire pero’ a creare pericoli a Berisha: stanca, demotivata e in inferiorita’ numerica, la squadra di Mazzarri infila l’ottava sconfitta stagionale.

Leggi anche:
Champions: Lazio decimata, a Bruges resiste 1-1
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti