Uil a Crocetta, nuova architettura assessorati per migliorare spesa fondi Ue

30 ottobre 2014

”La procedura d’interpello non serve a nulla. La Regione conta, infatti, oltre 1.700 dirigenti ma inquadrati male e utilizzati peggio”. Lo sostiene il segretario della Uil Sicilia, Claudio Barone, che spiega: ”Al di la dei dirigenti ‘scomparsi’, di cui si è occupata la stampa pochi giorni fa, serve approfondire l’effettiva utilità delle centinaia di dirigenti destinati alla ‘ricerca’ e mettere a punto un percorso per destinarli alle vere priorità della Pubblica amministrazione”. Per il leader sindacale “la chiave di volta può essere la riapertura dei passaggi in seconda fascia con percorsi in linea con la linea vigente, ma contrattati e finalizzati”. Al nuovo Governo Crocetta il sindacato chiede di ripensare all’architettura degli assessorati. “E’ positivo l’avere già accorpato al Bilancio anche la Programmazione – spiega Barone -. Un passo ulteriore potrebbe essere quello di affidare a questo ramo dell’Amministrazione anche la gestione dei fondi Ue, oggi dispersa tra vari assessorati. In questo modo ci sarà un maggiore controllo sulla spesa di queste risorse, che sono il principale volano per rilanciare l’economia dell’Isola” conclude il segretario della Uil Sicilia.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Catalfo: vicini a un accordo sul salario minimo


Commenti