Coronavirus, calano vittime e contagiati. Borrelli: “Numeri in controdendenza, non abbassare la guardia”

Coronavirus, calano vittime e contagiati. Borrelli: “Numeri in controdendenza, non abbassare la guardia”
22 marzo 2020

Ci sono 952 guariti in più, numero che porta il totale delle persone che lasciano alle spalle il coronavirus a 7024. Mentre, l’incremento delle persone attualmente positive è 3957, per un totale di persone che ora sono contagiate di 46.638. Di questi 19.846 ricoverati in ospedale, 3.009 in terapia intensiva (6% del totale), 23.783 in isolamento domiciliare. E anche oggi, purtroppo, si registrano un numero di deceduti di 651 persone, portando un totale di vittime a 5.476.

In totale i contagi dall’inizio dell’epidemia sono 59.138. Arriva puntuale il bollettino delle 18 della Protezione civile di oggi, 22 marzo. “I numeri di oggi – ha detto il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli – sono minori rispetto a ieri, in controtendenza, mi auguro e ci auguriamo tutti che questi numeri possano essere confermati nei prossimi giorni. Non bisogna comunque abbassare la guardia, tenere le misure che sono state adottate rispettare le indicazioni che sono state date nei provvedimenti del governo”.

Chiaro il messaggio di Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità: “Non vogliamo farci prendere da facili entusiasmi né sopravvalutare una tendenza ma è un segnale che arriva a quella che comincia ad avvicinarsi come una distanza temporale rispetto alla quale ci aspettiamo di vedere segni tangibili di misure di contenimento intraprese”.

Leggi anche:
Coronavirus, 756 decessi in più in 24h

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti