Coronavirus, più di 130 casi in 24 ore a Tokyo. Primo ministro restio al lockdown

Coronavirus, più di 130 casi in 24 ore a Tokyo. Primo ministro restio al lockdown
5 aprile 2020

Tokyo, il più grande conglomerato urbano al mondo, sta registrando una preoccupante progressione nei casi accertati di contagio da COVID-19. Nelle ultime 24 ore per la seconda volta i casi rilevati sono andati in tripla cifra attestandosi in 130. Ieri erano stati registrati 118 casi. Il dato porta il bilancio della capitale nipponica oltre quota mille e questo sicuramente porrà ulteriore pressione sul primo ministro Shinzo Abe, che sembra riluttante nel proclamare lo stato d’emergenza sulla base della nuova normativa che egli stesso ha fatto approvare presso la Dieta proprio in vista dello sviluppo dell’epidemia.

Intervenendo oggi a una trasmissione televisiva, la governatrice di Tokyo Yuriko Koike ha detto di ritenere che “si sia entrati in nuove condizioni, in una nuova fase” nella quale “la massima priorità va data a salvare le vite umane, la seconda a prendersi cura dei malati gravi, la terza a evitare che il sistema sanitario collassi”. La capitale giapponese sta dunque subendo un trend al rialzo che non accenna a diminuire. Oltretutto a Tokyo, per il secondo fine settimana consecutivo, le strade erano deserte in quanto i cittadini hanno scelto volontariamente, seguendo il consiglio della governatrice Yuriko Koike di uscire di casa il meno possibile per evitare di contrarre il virus. Il premier giapponese, non sembra però al momento intenzionato a dichiarare il lockdown.

Leggi anche:
Coronavirus, Figliuolo: vaccinato 60% della popolazione
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti