Eplode ordigno in Iraq, 5 soldati italiani feriti. Procura italiana indaga per terrorismo

Eplode ordigno in Iraq, 5 soldati italiani feriti. Procura italiana indaga per terrorismo
10 novembre 2019

Cinque soldati italiani sono rimasti feriti questa mattina nell’esplosione di un ordigno artigianale in Iraq. Tre dei cinque militari versano in condizioni gravi ma non sono in pericolo di vita. Nella mattinata di oggi un ordigno esplosivo artigianale “è detonato al passaggio di un team misto di Forze Speciali italiane in Iraq”, fa sapere lo Stato Maggiore della Difesa che informa che il team stava svolgendo attività di mentoring and training a beneficio delle Forze di Sicurezza irachene impegnate nella lotta al Daesh.

I cinque militari coinvolti dall`esplosione sono stati prontamente soccorsi – prosegue lo Stato Maggiore della Difesa – evacuati con elicotteri USA facenti parte della coalizione e trasportati in un ospedale Role 3 dove stanno ricevendo le cure del caso”, aggiungendo che le famiglie dei militari sono state informate. Il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, segue con attenzione l`evolversi della situazione. Tra pochi giorni, due per l’esattezza, ricorre il sedicesimo anniversario dell’attentato di Nassiriya, che provocò 28 morti, diciannove italiani e nove iracheni. Intanto, a Procura di Roma ha aperto un fascicolo ipotizzando i reati di terrorismo e lesioni gravissime. Secondo quanto si è appreso le indagini sul posto saranno seguite dal Ros dei carabinieri. Gli accertamenti sono coordinati dal procuratore aggiunto Francesco Caporale e dal pm Sergio Colaiocco.

Leggi anche:
Hong Kong, lo scontro digitale: social contro legge sulla sicurezza
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti