Il festival di Sanremo secondo Malika Ayane

22 febbraio 2021

 Malika Ayane racconta ad askanews il brano “Ti piaci così” in gara alla 71esima edizione del Festival di Sanremo. “Non è un brano che racconta una storia, non è un brano che vuole essere una svolta, non ha nessun tipo di ambizione. È un brano di leggerezza, di liberazione, di potenza, di energia, di voglia di essere. Con una grande leggerezza”. “È una canzone – aggiunge – di quelle che mi piacerebbe sentire in un bar e mettermi a ballare, senza averla scelta io dal juke-box”.

Poi spiega che “il mio Festival sarà per certi aspetti molto simile agli altri, perché anche quest’anno ho scelto di condividere, pur con tutti i dovuti controlli, una grande casa con tutta la mia squadra. Mi ritengo fortunata all’idea di poter passare finalmente del tempo con loro. Dall’altro lato, rispetto agli altri Festival che ho fatto, sento più l’importanza del mio ruolo di musicista, di cantante, perché rispetto alla prospettiva di una nuova chiusura totale, mi fa pensare che i cantanti possano fare i cantanti, andare a casa delle persone, e questa è una cosa estremamente importante. È un momento difficilissimo, che arriva alla fine di un altro momento difficile, ma il conforto viene sempre sottovalutato. Si pensa a dare priorità anche a questioni più pratiche”, conclude Malika Ayane.

Leggi anche:
Addio a Claudio Coccoluto, il dj italiano conosciuto nel mondo
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti