Il Milan pareggia all’Old Trafford, Kjaer riagguanta lo Utd 1-1

Il Milan pareggia all’Old Trafford, Kjaer riagguanta lo Utd 1-1
12 marzo 2021

Nell’andata degli ottavi di finale di Europa League, il Milan pareggia 1-1 contro il Manchester United con un gol all’ultimo respiro di Kjaer, e tra 7 giorni a San Siro partirà con un leggero vantaggio. Una rete pesantissima in vista della sfida di ritorno, in programma tra una settimana a San Siro. Si gioca all’Old Trafford. Tra i rossoneri Pioli Dalot sostituisce Theo Hernandez, in mezzo al campo Meitè fa rifiatare Tonali. In attacco, alle spalle di Leao, tocca al tridente composto da Saelemaekers, Brahim Diaz e Krunic. Red Devils con Greenwood terminale offensivo. In difesa Solskjaer sceglie l’ex Inter Telles. Manchester United col 4-2-31: Henderson; Wan-Bissaka, Bailly, Maguire, Telles; McTominay, Matic; James, Fernandes, Martial; Greenwood. Milan a specchio, 4-2-3-1: G. Donnarumma; Calabria, Kjaer, Tomori, Dalot; Meïte, Kessie; Saelemaekers, Díaz, Krunic; Leão. I rossoneri si fanno vedere subito con Leao che va a segno, ma era partito in posizione di fuorigioco (5’). Si fa vedere lo United con il forte sinistro da fuori di Martial che Donnarumma manda sopra la traversa (7’).

Rossoneri in vantaggio all’11 con un bel destro di Kessie, ma l’arbitro sloveno Vincic, su segnalazione del Var, annulla per il controllo con il braccio dello stesso centrocampista ivoriano. Milan in pressione e tante occasioni create, ma manca la rifinitura o la stoccata. Il tiro di Krunic, deviato, arriva docile tra le braccia del portiere Henderson (26’). Poi la percussione di Calabria viene ‘murata’ dalla difesa inglese (27’), prima del tentativo di Saelemaekers che rientra e tira di sinistro, para Henderson (31’). Alla prima, vera occasioni lo United va vicinissimo al vantaggio: corner di Alex Telles, spizzata da Bruno Fernandes per il secondo palo dove Maguire, tutto solo, manda incredibilmente sul montante (38’). Nella ripresa subito un cambio nel Manchester con Martial che lascia il posto al 18enne Amad Diallo, arrivato a gennaio dall’Atalanta e fratello minore di Junior Traore del Sassuolo.

Leggi anche:
Salernitana-Juventus 0-3, doppietta di Vlahovic

Ed è proprio il talento ivoriano pagato ai bergamaschi 25 milioni di euro più bonus a sbloccare il match: al 50’ perfetto lancio di Bruno Fernandes alle spalle di Kjaer e Tomori, bravo Diallo ad anticipare l’uscita di Donnarumma con un colpo di testa in torsione. Dopo una fase di sbandamento, il Milan torna a macinare gioco. Ci prova Kessie in diagonale, il portiere devia in corner (59’). Tentativo di testa di Krunic, alto (65’). Sostituzioni tra i rossoneri con Tonali e Castillejo per Brahim Diaz e Saelemaekers (69’). Al 72’ United vicina al raddoppio, ma James manda a lato un bel cross di Greenwood. Girandola di cambi tra 74’ e 75’: nel Manchester dentro Fred, Williams e Shaw (per Bruno Fernandes, Wan-Bissaka e James), nel Milan tocca anche a Kalulu al posto di Calabria. Finale sotto il diluvio, i rossoneri ci provano. E così in pieno recupero arriva il pareggio: calcio d’angolo di Krunic per la girata vincente di testa di Kjaer che fulmina Henderson e firma il definitivo 1-1 (92’).

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti