Le Borse europee chiudono in forte calo dopo la Bce, Milano -1,9%

9 giugno 2022

Seduta di pesanti cali per le principali Borse europee a seguito del meeting odierno della Bce, che segna dopo molti anni l’avvio di una fase di politica monetaria restrittiva. A Milano, l’indice Ftse Mib ha perso l’1,9% a 23.776,97 punti è l’All Share è sceso dell’1,79% a 26.020,93 punti. Forti ribassi anche a Francoforte (Dax -1,75%), Londra (-1,6%), Parigi (-1,4%), Madrid (-1,45%). L’Eurotower ha lasciato i tassi invariati e ha tagliato le previsioni di crescita per l’eurozona.

Come era nelle attese, ha anche annunciato che intende aumentare i tassi di interesse di 25 pb a luglio e prevede un altro rialzo a settembre. Debole anche Wall Street nella prima parte della seduta, in attesa del dato di domani sull’inflazione Usa a maggio. Tra i titoli a maggior capitalizzazione del listino milanese hanno registrato ribassi particolarmente pesanti Iveco (-6,67%), Tenaris (-4,39%), FinecoBank (-4,22%), Saipem (-4,08%). Solo tre i rialzi: Prysmian (+1,12%), Bper (+0,62% in vista della presentazione domani del nuovo piano industriale), Interpump (+0,43%). Le decisioni della Bce hanno mosso anche le vendite sui titoli di Stato italiani, con lo spread tra i rendimenti di Btp e Bund decennali balzato a 216 punti base e il rendimento del decennale italiano al 3,59%.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it
Leggi anche:
Regionali Sicilia, Azione e Iv lanciano candidatura governatore Armao


Commenti