Raid di Israele contro postazioni Jihad Islamica a Gaza e Siria

Loading the player...
24 febbraio 2020

Israele ha lanciato un raid aereo contro il gruppo della Jihad islamica a Gaza e in Siria in risposta al lancio di una ventina di razzi dalla Striscia. Sei combattenti sono rimati uccisi. Stando a quanto riferito dall’Osservatorio siriano per i diritti umani, le vittime sono due membri del gruppo Jihad Islamica e quattro combattenti filo-iraniani. L’esercito ha dichiarato di aver colpito “un hub dell’attività della Jihad islamica”. La Siria, però, ha reso noto di aver abbattuto la maggior parte dei missili israeliani.

Le violenze erano iniziate domenica mattina quando Israele aveva annunciato di aver ucciso un membro della Jihad Islamica al confine con la Striscia di Gaza, che tentava di installare un ordigno. Un video diffuso sui social mostrava un bulldozer israeliano che sollevava il corpo di un uomo, immagini che hanno provocato l’ira dei palestinesi. L’aviazione israeliana ha colpito la scorsa notte postazioni dei Guardiani della rivoluzione iraniana e della Jihad islamica a Sud della capitale siriana, a pochi chilometri dall’aeroporto internazionale di Damasco.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
L'assistenza si fa con la realtà aumentata


Commenti