Caos pioggia, la spunta Hamilton e Verstappen 2°

Caos pioggia, la spunta Hamilton e Verstappen 2°
Lewis Hamilton
27 settembre 2021

Lewis Hamilton torna alla vittoria e centra il 100esimo successo nel Mondiale di Formula Uno in un Gran Premio di Russia a lungo dominato da Lando Norris ma riacceso nel finale dalla pioggia. Un diluvio che costringe all’errore il pilota della McLaren, alla fine sesto. Sul podio con il vincitore salgono Max Verstappen e Carlos Sainz con la Ferrari. Un Gran Premio bellissimo. Al via Norris concede la scia a Sainz che si infila e passa al comando, Hamilton invece resta imbottigliato e perde qualche posizione. Nelle retrovie Verstappen guadagna qualcosa, mentre Leclerc guadagna sette posizioni.

Verstappen e Leclerc pian piano iniziano la loro rimonta, Max infila agevolmente Bottas che aveva cambiato la power unit ed era partito dal fondo. Norris va al comando. Hamilton resta negli scarichi di Ricciardo. La classifica si rivoluziona giro dopo giro, mentre Verstappen passa Leclerc e sale fino al sesto posto, alle spalle di Alonso. Mentre Hamilton continua a tampinare Norris, a 9 giri dal termine inizia a piovigginare. La pioggia e la gara si stravolge: Perez soffia il podio a Sainz, mentre Norris e Hamilton rallentano, ma non si fermano. Il finale è caotico. Pian piano si fermano tutti, ma non Norris. Hamilton alla fine ai box ci va e beffa Norris, che invece aveva detto di no e ha pagato amaramente. Leclerc sbaglia perde il podio ed esce dalla zona punti. E l’errore di Norris avvantaggia Verstappen che addirittura sale al secondo posto. Terzo posto per Carlos Sainz.

Hamilton

Lewis Hamilton vince il GP di Russia a Sochi e agguanta un nuovo record della carriera, il successo numero 100 in Formula Uno. “Che gara, il meteo non è stato dei migliori. Per arrivare a 100 ci ho messo tanto e non pensavo più di riuscirci, Norris ha fatto una gara incredibile ed è stato sfortunato. Non sapevo cosa sarebbe successo alla fine, ma sono grato al mio team perché grazie a loro sono qui ora”. “Ieri non ero contento delle qualifiche, troppi errori nei dettagli. Ho avuto dolori al collo, ma ho fatto tanto fisioterapia per essere pronto. Ho perso terreno all’inizio, volevo stare lontano da guai e vedere Verstappen dietro di me significa che il cammino si farà duro”.

Leggi anche:
Colpo salvezza del Venezia, battuta la Fiorentina 1-0

Secondo posto con rimonta da applausi per Max Verstappen, partito dalla ventesima posizione: “È stata complicata, la pista era scivolosa e se avessi fatto un altro giro avrei distrutto le intermedie. La gara non è stata semplice, superare è complicato e la pioggia ci ha aiutato tanto. Con la penalità perdere solo una posizione non è male, stamattina avrei firmato per questo risultato. Dovevo stare fuori dai guai, volevo fare una gara pulita e ci siamo riusciti”.

Ferrari in agrodolce

Carlos Sainz più che soddisfatto per il terzo posto di Sochi perché dopo una partenza magistrale che l`aveva portato al comando si era ritrovato nel traffico: “Sì, abbiamo avuto problemi di degrado ma alla fine la pioggia e il momento giusto per cambiare ci hanno aiutato. È stata una gara molto positiva, sono contento. Azzeccare la partenza era la priorità, l`ho fatto e alla fine è arrivato il podio”.

Leclerc deluso. Anche lui è rimasto in pista con la pioggia, e ha perso il controllo della sua SF21 rovinando la gara. Ma la sua spiegazione esalta lo spirito Ferrari: “È stata una decisione difficile il momento di scegliere il pit stop, quando era il momento giusto ho preferito rimandare per non fare pasticci con Carlos, avrei rischiato di danneggiarlo se fossi rientrato nello stesso momento, e avrei creato problemi al team. Poi, quando sono rientrato, era ormai tutto compromesso”. Evidente la delusione del monegasco, alla fine 15°: “Come faccio a trovare aspetti positivi? Non si può, sono molto deluso. La power unit? Sì, quella è una nota buona per la squadra e va bene, ma io sono deluso”.

Leggi anche:
Pioli: "Ibrahimovic sta bene, ma non parte titolare"

Classifica piloti

Questa la classifica Piloti del Mondiale di Formula 1: 1 Lewis Hamilton (Mercedes) – 246,5 2 Max Verstappen (Red Bull) – 244,5 3 Valtteri Bottas (Mercedes) – 151 4 Lando Norris (McLaren) – 139 5 Sergio Perez (Red Bull) – 120 6 Carlos Sainz (Ferrari) – 112,5 7 Charles Leclerc (Ferrari) – 104 8 Daniel Ricciardo (McLaren) – 95 9 Pierre Gasly (AlphaTauri) – 66 10 Fernando Alonso (Alpine) – 58 11 Esteban Ocon (Alpine) – 45 12 Sebastian Vettel (Aston Martin) – 35 13 Lance Stroll (Aston Martin) – 24 14 Yuki Tsunoda (AlphaTauri) – 18 15 George Russell (Williams) – 16 16 Nicholas Latifi (Williams) – 7 17 Kimi Raikkonen (Alfa Romeo) – 6 18 Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo) – 1.

Classifica costruttori

Questa la classifica Costruttori del Mondiale di Formula 1: 1 Mercedes – 397,5 2 Red Bull – 364,5 3 McLaren – 234 4 Ferrari – 216,5 5 Alpine – 103 6 AlphaTauri – 84 7 Aston Martin – 59 8 Williams – 23 9 Alfa Romeo – 7

Calendario e vincitori

Questi calendario del Mondiale di F1 e i vincitori dei Gp: 28 marzo – Bahrain (Sakhir): HAMILTON (Mercedes) 18 aprile – Italia (Imola): VERSTAPPEN (Red Bull) 2 maggio – Portogallo (Portimao): HAMILTON (Mercedes) 9 maggio – Spagna (Barcellona): HAMILTON (Mercedes) 23 maggio – Monaco (Monaco): VERSTAPPEN (Red Bull) 6 giugno – Azerbaigian (Baku): PEREZ (Red Bull) 20 giugno – Francia (Le Castellet): VERSTAPPEN (Red Bull) 27 giugno – Austria (Spielberg): VERSTAPPEN (Red Bull) 4 luglio – Austria (Spielberg): VERSTAPPEN (Red Bull) 18 luglio – Gran Bretagna (Silverstone): HAMILTON (Mercedes) 1 agosto – Ungheria (Budapest): OCON (Alpine) 29 agosto – Belgio (Spa) – VERSTAPPEN (Red Bull) 5 settembre – Olanda (Zandvoort) VERSTAPPEN (Red Bull) 12 settembre – Italia (Monza) – RICCIARDO (McLaren) 26 settembre – Russia (Sochi) – HAMILTON (Mercedes) 10 ottobre – Turchia (Istanbul) 24 ottobre – Stati Uniti (Austin) 7 novembre – Messico (Città del Messico) 14 novembre – Brasile (San Paolo) 21 novembre – Sede da indicare 5 dicembre – Arabia Saudita (Jeddah) 12 dicembre – Abu Dhabi (Yas Marina)

Leggi anche:
Napoli-Torino 1-0, Osimhen "mata" il Toro
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti