Tensioni nel M5s, la Lombardi attacca Di Maio: “Non condivido il suo atteggiamento”

Tensioni nel M5s,  la Lombardi attacca Di Maio: “Non condivido il suo atteggiamento”
Roberta Lombardi
7 dicembre 2019

In casa Cinquestelle si continua a litigare. Sotto accusa c’è sempre l’operato del leader M5S Luigi Di Maio: non piacciono più i toni alti delle ultime uscite pubbliche, con messaggi indirizzati agli alleati Pd e Italia Viva che potrebbero avere effetti negative anche sull’alleanza di governo. E mentre lui non ci sta e invita a uscire allo scoperto, arriva l’ultimo attacco dalla grillina Roberta Lombardi. L’esponente M5s ospite di Maria Latella a L’Intervista su SkyTg24, attacca: “L’atteggiamento di Di Maio è l’atteggiamento del capo politico di una forza che sta cercando di mantenere la propria identità all’interno di un governo. Lo fa in una modalità molto muscolare che io non condivido e preferirei che fosse sicuramente più mediata, ma cambiare adesso il capo politico del movimento sarebbe dannoso per il Paese”. Quanto alla riorganizzazione interna “speriamo ci siano più donne. C’è un percorso on line legato ai facilitatori tematici e organizzativi, sono sicura che il Movimento 5 stelle come ha sempre fatto premierà noi donne”.

Ma intanto, arriva ancora una smentita dal Movimento 5 stelle a proposito delle indiscrezioni di stampa sulla redazione di un documento interno al gruppo alla Camera di critica indirizzata al capo politico Luigi Di Maio. “Capiamo – si legge in una nota diffusa dal M5S – che, per uscire tutti i giorni, i quotidiani abbiano continuamente bisogno di nuove storie. Capiamo meno quando, pur di riempire le pagine, le inventino. E’ facile intuire che descrivere un Movimento spaccato al suo interno, possa fare comodo a tanti, ma non è così. E lo dimostriamo in aula quando portiamo a casa, grazie alla nostra compattezza riforme importanti per il Paese o come è accaduto anche ieri, con l’importante stanziamemto del Governo per adeguare gli stipendi dei Vigili del fuoco a quelli delle forze di polizia.
Stanziamento per il quale tutto il Movimento si è battuto e per il quale esprimiamo grande soddisfazione”. “Precisato questo – si legge ancora nel comunicato – vogliamo spiegare che la capicommissione è un organo del gruppo fondamentale, dove si decidono in maniera condivisa, indirizzi politici e tutte le decisioni che riguardano il Movimento a Montecitorio. Ne consegue la necessità di un confronto periodico perché ognuno, nei suoi ruoli, deve essere un pezzo di un ingranaggio collegiale qual è appunto il Movimento. Nello specifico, a differenza di quanto riportato in questi giorni da alcuni organi di stampa, nessun documento è stato redatto circa l’operato di Luigi Di Maio”, conclude la nota.

Leggi anche:
Centinaia di arresti a Hong Kong per la nuova legge su sicurezza. E tornano le sanzioni Usa contro la Cina
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti