Salvini: Meloni premier se più votata. Leader FdI: finalmente Matteo lo dice

Salvini: Meloni premier se più votata. Leader FdI: finalmente Matteo lo dice
Matteo Salvini e Giorgia Meloni
28 maggio 2022

Il centrodestra prosegue la strada del ricompattamento. Matteo Salvini ha riconosciuto che se FdI sarà il primo partito di un centrodestra vittorioso toccherà a loro esprimere il premier. Giorgia Meloni è colpita da questa dichiarazione? “No, non sono colpita. Piuttosto mi ha colpito che non l’abbia detto finora”, risponde la presidente di Fratelli d’Italia intervistata da Bruno Vespa al suo Forum in Masseria. “Sono le regole che ci siamo sempre dati, e la timidezza con la quale non si è risposto a questa domanda finora io non l’ho mai compresa. Sono regole serie, che fanno contare i cittadini, e valgono per tutti: nel 2018 la Lega fece il risultato migliore e quella che con più convinzione chiese l’incarico per Salvini fui io”.

Meloni in precedenza aveva ancora una volta smentito la possibilità di un governo col Pd: “Sono divertita da questi retroscena che inventano di sana pianta ipotesi mai realmente considerate da nessuno, almeno non da me. Mai presa lontanamente in considerazione. Io non credo che si possa fare un governo con la sinistra e fare con la sinistra cose utili. Sono orgogliosamente alternativa alla sinistra, voglio un governo di centrodestra, e quando toccherà a noi governare il Paese io non voglio fare figuracce. L’ipotesi di un governo FdI-Pd semplicemente non c’è. Credo che l’Italia meriti una moderna democrazia dell’alternanza, con due coalizioni e visioni che si contrappongano, e la possibilità di scegliere. Chi vince governa per 5 anni, chi perde sta all’opposizione”. Ovviamente “spero che gli italiani diano al centrodestra la maggioranza per governare questo Paese finalmente senza il Pd e meglio ancora senza il M5s”.

Leggi anche:
Turchia e Israele, negoziato su trasporto gas verso l'Ue

Poi torna a punzecchiare gli alleati. “Non c’è stata chiarezza da parte degli altri sugli intendimenti futuri. Ho ascoltato dire ‘Viva il centrodestra’ e il giorno dopo ‘viva Mario Draghi’. Le due cose non stanno insieme, queste posizioni un po’ più altalenanti tradiscono il fatto che ci si tengano aperte più strade e questo per me è un problema”. In sostanza, maggiore chiarezza sulle scelte future: “Si vuole vincere con FdI o si vuole non vincere per andare al governo con Pd e M5s? A questo domanda servono risposte molto chiare”. Tema che si intreccia ovviamente con quello della legge elettorale: “Si parla ancora di proporzionale, esclusa dal tavolo del centrodestra e spero che non arrivi mai sul tavolo. Ma il proporzionale oggi non serve a far vincere qualcuno, serve a far perdere qualcuno, non siamo scemi. Per cui chiunque prenda in considerazione una legge proporzionale lo fa per ridarci un governo arcobaleno nel quale gli esclusi sono gli unici che rimangono coerenti con l’impegno preso coi cittadini. E se questo accade penso che i cittadini debbano prendere le loro misure nella cabina elettorale. Ma è stato escluso dal tavolo del centrodestra, ed è un bel segnale, su questo non ci sono state divergenze neanche all’ultimo incontro”.

Intanto, sulla scia del ricompattamento del centrodestra, Matteo Salvini esclude la possibilità di una fusione tra Lega e Forza Italia, ipotizzata in un’intervista da Ignazio La Russa: “Non credo che La Russa sappia quello che farò io”, ha detto il capo del Carroccio. “Con Forza Italia c’è un ottimo rapporto, e anche con FdI stiamo governando due terzi d’Italia. Il centrodestra sarà compatto, poi noi a differenza della Meloni all’appello di Mattarella abbiamo risposto sì, altri hanno risposto di no. Ma il futuro è una coalizione di centrodestra, con un governo di centrodestra e ovviamente chi prende un voto in più esprime il presidente del Consiglio. Noi abbiamo la legittima ambizione. È tutto nelle mani degli italiani. Sono fiducioso e ottimista che gli sforzi di chi ha governato in pandemia con alleati difficili come Pd e M5s…”.

Leggi anche:
Fi cerca il voto dei moderati,Berlusconi la rivincita sul Senato
Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti